Cosa mangiare




Le melanzane ripiene alla minorchina, con carne e pesce, le zuppe di aragosta pescate a Maiorca e Minorca, piccole e saporite sono insuperabili. Tra i dolci spiccano i panellets, preparate con mandorle, zucchero e uova cui si aggiungono pinoli e cioccolato. La colazione migliore delle Baleari è quella con la ensaimaida, una pasta dolce, a forma di spirale che viene servita semplice, appena spolverata da zucchero a velo. Famose in tutto il mondo sono la zuppa di aragoste e l’ensaimada, un dolce tipico. La patria della maionese: una curiosità: a Minorca è nata la maionese, che prende il nome da Mahon, la capitale dell’isola. Il tipico fritto di Maiorca , il riso brut ( riso cotto con verdure e legumi ), l’agnello arrostito sulla legna, il pane con l’olio e il pomodoro, il gató de almendras (torta a base di mandorle), il maiale alla piastra , la coques (torta guarnita con legumi di stagione, funghi o pesci, e la greixonera de brossat (torta di formaggio fresco), il cuscussó (dolce di natale di origine araba), il pudding d’origine britannica, e tanto altro.

Nelle “bodegues”, si possono gustare gli autentici piatti della tradizione contadina dell’Isola. I “cellers” si trovano nel centro dell’isola, soprattutto intorno a Palma de Maiorca, e rappresentano il luogo privilegiato per la degustazione delle zuppe, un pregiato primo piatto in cui si mescolano sapientemente pane e varie verdure locali. Vini e liquori Il vino rosso più famoso è quello del cimune di Binissalem ed il rosato di Llevant, i cui vini hanno dei sapori soavi. Il liquore più famkoso è la ginebra di Minorca , il ” palo ” un aperitivo ottenuto dalla caramelizzazione dello zucchero e dall’infusione di piante aromatiche ed erbe di Maiorca ed Ibiza, così come la la ” frigola ” di Ibiza e Formentera Il piatto di mare più famoso è la caldereta de langosta , che ha reso Minorca famosa in tutto il mondo ma che si può gustare in tutto l’arcipelago. Il dolce più rappresentativo delle Baleari è l’ensaimada , simbolo di Maiorca nel mondo intero, il cui nome deriva da saïm (grasso di maiale) che è alla base della pasta di questo dolce. Da sola o accompagnata con la crema, è un dolce davvero squisito.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


due × 1 =